In Italia
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
25 marzo 2019 * S. Ireneo vescovo

NEWS 85260Il Comune di Milano taglia i fondi destinati alle scuole di infanzia paritarie, per una cifra totale di 1,2 milioni di euro. Nonostante le promesse fatte nei mesi scorsi, la giunta guidata da Giuliano Pisapia ha deciso di togliere agli asili nido paritari 550mila euro di contributi e 690mila euro per la fornitura di derrate fresche. PROMESSE A VUOTO. Don Michele Di Tolve, in una nota della Diocesi ambrosiana, si dice tradito dalle promesse della giunta Pisapia: «Dopo promettenti e proficui incontri con l’assessore all’Istruzione, Francesco Cappelli, ci sorprende quel che abbiamo appreso dai giornali». I tagli alle paritarie, spiega Di Tolve, «metterebbero in seria difficoltà molte famiglie degli alunni e tanti lavoratori delle scuole paritarie, che fanno parte del sistema integrato dell’educazione». Il responsabile della Curia chiede al Comune un incontro per «portare a termine il lavoro positivamente intrapreso» e inspiegabilmente abbandonato da Pisapia.


ilva-lavoratoriSotto i colpi della magistratura sta barcollando in Italia il principale gruppo siderurgico del Paese, composto dall’ILVA — il cui maggiore stabilimento è l’acciaieria di Taranto — e da altre società che hanno nell’insieme 12 mila dipendentii e sono il secondo produttore d’acciaio d’Europa. Il giudice per l’indagini preliminari (Gip) Patrizia Todisco, il magistrato di Taranto che sta verificando la fondatezza o meno delle accuse di disastro ambientale rivolte alla famiglia Riva, proprietaria del gruppo, con riguardo alle eventuali emissioni inquinanti dello stabilimento della città, dallo scorso maggio a oggi ha disposto dapprima il sequestro di 8,1 miliardi di euro di beni dell’azienda della famiglia, tra cui il nucleo produttivo dell’impianto di Taranto e poi qualche giorno fa anche il sequestro di sette stabilimenti del gruppo situati nel Nord Italia (tra cui uno a Caronno Pertusella, nei pressi di Saronno) per un valore complessivo di 600 milioni di euro, compresi i saldi attivi dei loro conti correnti bancari per un totale di 49 milioni di euro. E tutto questo non a seguito dell’accertamento dei fatti e di una sentenza definitiva, ma semplicemente a titolo cautelare.


repubblicaSi può essere cristiani senza essere credenti, spiega Francesco I a Eugenio Io Io Io Scalfari. Così se la racconta Repubblica, equivocando un po'. Papa Bergoglio è dell'idea che si possa essere ottime persone senza essere cristiani. Ma per essere cristiani senza essere cristiani bisogna credere nei miracoli come i tifosi di Padre Pio. Allo stesso modo, altrimenti, si potrebbe essere buddisti senza mirare al Nirvana (e giudicandolo, anzi, una specie d'incubo metafisico, come deve aver detto Borges) oppure musulmani bestemmiando il Profeta e creazionisti confidando nella teoria dell'evoluzione.


2012621-miss italiaLa notizia non è certo di oggi: la Rai non ospiterà più Miss Italia, il concorso di bellezza più antico del paese e considerato ormai antiquato. Tanti saluti alle belle ragazze in bikini e mute.
La vera novità è che al loro posto, in Rai, entreranno modelle transessuali, toy-boy e attrici supersexy, giudicate evidentemente più al passo con i tempi. Così almeno la pensano in Rai, se le indiscrezioni circolate troveranno conferma. Pare infatti che nel cast di Ballando con le stelle, la sfida di ballo tra vip capitanata da Milly Carlucci e trasmessa sul primo canale e in onda dal prossimo 5 ottobre, possano entrare tre nomi che di sicuro faranno discutere: tra gli allievi danzatori potrebbe figurare Lea Cerezo, all’anagrafe Leandro Medeiros Cerezo, figlia del calciatore Toninho Cerezo, diventata donna a trent’anni grazie a un’operazione chirurgica.

Italian English French German Hebrew Japanese Maltese Portuguese Russian Spanish

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.

Abbiamo 258 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
7457294