In Italia
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
12 dicembre 2019 * S. Costanzo martire
Terremoto in centro ItaliaNelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti dell’agosto 2016 non cessa di crescere il malcontento per il sin qui mancato avvio del processo di ricostruzione. Nelle scorse settimane il governo ha cercato di “esorcizzare” il primo anniversario della catastrofe mettendo più che mai l’accento sul commosso ricordo delle vittime, e la stampa amica gli ha dato tutto l’aiuto possibile dando eco quasi soltanto alle liturgie in loro suffragio, ma l’oscuramento del disagio e delle proteste è riuscito solo fino a un certo punto.
A un anno dal sisma non solo non è iniziata la ricostruzione, ma non è nemmeno ancora terminata la fase dell’emergenza: quella cioè che si completa solo quando tutte le famiglie e le imprese rimaste senza tetto sono risistemate in alloggi provvisori, e quando le macerie degli edifici distrutti sono state del tutto rimosse e ricollocate.

padreL’uomo è sempre stato fragile e lo diventa di più quando finge di non esserlo, come quando ripeteva protetto dal suo insufficiente dopobarba: «non devo chiedere mai». L’uomo (e la donna) sono fragili per costituzione: mentre gli animali si specializzano tirando fuori corazze, zanne, artigli e tutto ciò che serve a vivere, l’uomo non si specializza in nulla perché ciò che lo differenzia dagli animali è l’intelligenza riflessiva, cioè la possibilità di conoscere se stesso e il mondo. Mentre gli animali si adattano all’ambiente, l’uomo adatta l’ambiente a sé rimanendo sanamente fragile.
É fragile perché resta comunque mortale e, a differenza degli animali, lo sa. Questo però lo rende più esposto alla morte e inerme.

terremoto renziA un anno dal sisma, su 3827 “casette” promesse agli abitanti rimasti senza tetto nei 51 comuni appenninici del Centro Italia colpiti dai terremoti dell’estate 2016, ne risultano consegnate soltanto 534. E di queste un buon numero sono di qualità scadente. 
Se invece di fare grandi appalti statali si fosse dato un credito entro un certo limite massimo a ogni famiglia senzatetto da spendere con regolari fatture nell’acquisto, nel montaggio e negli allacciamenti di una “casetta”, tutte le 3827 “casette” sarebbero erette ed abitate nell’arco di pochi mesi dal sisma. Nell’Unione Europea di abitazioni prefabbricate se ne producono e se ne commerciano ovunque, dalla Finlandia al Portogallo, dall’Irlanda alla Romania. Un moderno mercato comune di oltre 500 milioni di abitanti è perfettamente in grado di rispondere in breve tempo anche a una domanda straordinaria del genere.

galli della loggiaL’Italia si trova in una crisi profonda che mette a rischio non solo la sua prosperità, ma ormai la sua stessa sopravvivenza come nazione e come Stato indipendente e sovrano.
Ernesto Galli della Loggia inizia un suo libro appena uscito, “Il tramonto di una nazione. Retroscena della fine”, con queste drammatiche parole: “Sono nato italiano, ma mi viene da chiedermi, a volte, se morirò tale… mi sembra che siano molti gli italiani che sentono ogni giorno crescere dentro di sé una sensazione sempre maggiore di spaesamento e alla fine quasi di estraneità”.
La decadenza generale, la sensazione di essere una nave alla deriva nella tempesta, un vaso di coccio tra vasi di ferro, l’espropriazione di sovranità che l’Italia ha subito (da Unione europea, mercati finanziari e altri poteri internazionali),

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.