Bioetica
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
19 luglio 2019 * S. Arsenio diacono
giornata downPrima di leggere il seguente articolo, dovete assolutamente fare una cosa: guardate questo video. Guardatelo, guardatelo e se lo avete già visto (cosa molto probabile), non importa, guardatelo di nuovo.  
Bene, ora possiamo iniziare. Perché questo video è da guardare? Perché questo video spalanca gli occhi, allarga il cuore e avvicina ad un giudizio che va ben oltre un progetto di sensibilizzazione sulla disabilità. Questo video dice a tutti: la vita è positiva. Di più: la vita contiene una promessa di felicità. Non importa se non la vediamo o non la riconosciamo e non importa nemmeno se, a noi, pare impossibile: la vita è positiva, sempre. Perché la vita, in fondo, è un atto di amore che inizia e continua all’infinito. Questo ci dicono quei quindici ragazzi con la Sindrome di Down.

ospedalecatania"Aborto, a Catania un’altra morta di obiezione di coscienza?" (Il Fatto Quotidiano). È
questo uno dei vari titoli in cui il caso della tragica morte di una donna all'ospedale
Cannizzaro di Catania e dei due bambini che portava in grembo viene messa dai familiari
e sui media in relazione alla dichiarazione di obiezione di coscienza all'aborto da parte dei
sanitari.

PagliaPapaCome anticipato il 13 ottobre da Settimo Cielo, domani non sarà il cardinale Robert Sarah a inaugurare il nuovo anno accademico del Pontificio istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia.
La prolusione la terrà papa Francesco. E non si recherà lui nella Pontificia università Lateranense, ma riceverà i membri dell'istituto in Vaticano, nella Sala Clementina, alle ore 11.
Il clamoroso cambio di persona è stato letto da tutti come il via ufficiale di un nuovo corso per l'istituto, in linea con le "aperture" di Jorge Mario Bergoglio e sotto l'impulso del suo nuovo gran cancelliere, che da metà agosto è monsignor Vincenzo Paglia.
Intanto però, nella contigua Pontificia accademia per la vita, consegnata anch'essa dal papa alle cure di monsignor Paglia, il repulisti dei membri non allineati è già alle viste.

utero-affittoLa Corte d’Appello di Milano si è inventata la maternità in comodato d’uso. Nel giudicare una vertenza che vedeva coinvolta una coppia italiana la quale aveva commissionato a una donna indiana un bambino tramite maternità surrogata, i giudici della sezione famiglia hanno dichiarato «irriducibile il contrasto tra la maternità surrogata e il principio di dignità personale della gestante con riferimento alla mercificazione del suo corpo se degradato a solo strumento di procreazione “per contratto”, che la obbliga a disporre del proprio corpo come mezzo per fini altrui e a consegnare il nato ai committenti». 

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.