Bioetica
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
21 gennaio 2019 * S. Agnese vergine
ospedalecatania"Aborto, a Catania un’altra morta di obiezione di coscienza?" (Il Fatto Quotidiano). È
questo uno dei vari titoli in cui il caso della tragica morte di una donna all'ospedale
Cannizzaro di Catania e dei due bambini che portava in grembo viene messa dai familiari
e sui media in relazione alla dichiarazione di obiezione di coscienza all'aborto da parte dei
sanitari.

ginecologiaIl 10 giugno del 2014 la Corte Costituzionale apre alla fecondazione eterologa, prima vietata dalla legge 40. Il 12 settembre dello stesso anno la Regione Lombardia con una delibera decide che tale tecnica fosse a carico degli assistiti e il 7 novembre, con un’altra delibera, fissa le tariffe a carico degli utenti: tra i 1.500 e i 4.000 euro.
A quel punto L’Associazione Sos Infertilità Onlus impugna le delibere presso il Consiglio di Stato, il quale rimanda il tutto al Tribunale amministrativo regionale. Quest’ultimo dà ragione all’associazione: che sia la Regione a pagare i cicli di fecondazione eterologa (clicca qui). Maroni annunciò ricorso al Consiglio di Stato e questi, proprio ieri, gli dato torto per la seconda volta.

utero-affittoLa Corte d’Appello di Milano si è inventata la maternità in comodato d’uso. Nel giudicare una vertenza che vedeva coinvolta una coppia italiana la quale aveva commissionato a una donna indiana un bambino tramite maternità surrogata, i giudici della sezione famiglia hanno dichiarato «irriducibile il contrasto tra la maternità surrogata e il principio di dignità personale della gestante con riferimento alla mercificazione del suo corpo se degradato a solo strumento di procreazione “per contratto”, che la obbliga a disporre del proprio corpo come mezzo per fini altrui e a consegnare il nato ai committenti». 

MIUR laBuonaScuolaAl Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca si sta lavorando per introdurre nelle scuole l’idea che “La differenza sessuale può essere vissuta in uno spettro ampio di inclinazioni, affinità, scelte”, perché “si può essere uomini e donne in modo libero e rispettoso di sé e degli altri senza costringere nessuno/a dentro un modello rigido di comportamenti e di atteggiamenti”. 
E’ il principio filosofico e culturale in base al quale in realtà non conta il tuo corpo – maschio o femmina – per determinare se sei un uomo, una donna, o una cosa diversa.

Italian English French German Hebrew Japanese Maltese Portuguese Russian Spanish

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.

Abbiamo 649 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
6968015