Bioetica
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
20 gennaio 2019 * S. Sebastiano martire
zingarettiPrima di parlare a sproposito di aborto e obiezione di coscienza sappiate che tutto quello che state leggendo sui giornali riguardo al bando della Regione Lazio per assumere due ginecologi non obiettori all’Ospedale San Camillo nasce intorno a una fake news: «È a rischio il servizio di interruzione volontaria di gravidanza». Lo ha affermato il governatore Nicola Zingaretti in una intervista a Repubblica, spiegando che nel Lazio «gli obiettori sono il 78 per cento. In questo modo il rischio è inverso a quello segnalato da chi si oppone al bando: e cioè che il diritto all’interruzione volontaria di gravidanza sia nei fatti quotidianamente negato alle donne».
È vero quello che dice Zingaretti (accuse negate con forza dal presidente dell’Ordine del medici di Roma e provincia, Giuseppe Lavra, che ha chiesto al presidente di revocare l’atto “iniquo”)? «I dati della relazione al Parlamento, dati forniti direttamente dalle stesse Regioni al Ministero, raccolti struttura per struttura, e riferiti al 2014, dicono altro:

proteste pro abortoPoche ore dopo il giuramento come 45mo presidente degli Stati Uniti, fatto il suo ingresso alla Casa Bianca, Donald Trump ha subito firmato un ordine esecutivo molto importante per il partito repubblicano: quello che ristabilisce il bando sull’erogazione di fondi federali alle Ong internazionali che praticano aborti o forniscono informazioni a riguardo (il cosiddetto “Mexico City policy”).
NESSUNA NOVITÀ. La misura non è eccezionale. Il bando, introdotto nel 1984 da Ronald Reagan, è sempre stato revocato dai presidenti democratici al potere (l’ultima volta con Barack Obama) e rimesso da quelli repubblicani. La decisione di Trump, inoltre, incontra il favore dei suoi concittadini: l’83 per cento degli statunitensi è contrario all’erogazione di questi fondi e, dicono sempre i numeri, la maggioranza di loro (6 su 10) si oppone all’uso dei proventi delle tasse per finanziare l’aborto negli Stati Uniti.

famigliaIl voto con cui ieri il Parlamento Europeo ha sollecitato la Commissione a sostenere in sede Onu  la causa dell’aborto a titolo di cooperazione allo sviluppo è comunque un caso grave anche per motivi di “immagine”. Molti nel mondo lo prenderanno come se fosse un voto del Congresso degli Stati Uniti non sapendo che era una mozione solo di indirizzo, e che d’altra parte il Parlamento Europeo non ha affatto competenza in materia. Non è poi, purtroppo, un caso isolato. Ormai da tempo l’Unione Europea e gli Stati europei ( in particolare quelli del Nord Europa) stanno sulla scena internazionale, innanzitutto all’Onu ma anche in altre sedi,  come promotori principali della diffusione dell’aborto e più in genere delle politiche  in vario modo sono orientate contro la vita e a favore del blocco demografico. Non appena possibile, direttamente o indirettamente,  prendendo spunto dalle situazioni e dai problemi più diversi,  l’Ue e gli Stati del Nord Europa si schierano in tal senso.

Faafafin3Nei prossimi mesi migliaia di alunni italiani dagli 8 ai 16 anni saranno condotti dalle loro scuole a teatro per assistere allo spettacolo "Fa'afafine - Mi chiamo Alex e sono un dinosauro". La parola Fa’afafine, dicono gli organizzatori dello spettacolo, in lingua Samoa definisce “coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro”. Un terzo sesso, dunque. Lo spettacolo teatrale ha ricevuto un forte sostegno a livello istituzionale e sembra pronto a sbarcare nelle scuole italiane. Per impedirlo Generazione Famiglia ha lanciata una petizione online su CitizenGO. Ne parliamo conFilippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia.   
Ma che cos'è un "gender creative child"?
Nel mondo reale, ancora composto normalmente di bambini e bambine, niente. Mentre nel mondo guardato sotto l'effetto gravemente allucinogeno dell'ideologia gender sarebbe un adolescente che non intende vivere in modo definito né da maschio né da femmina, variando e rimodulando più o meno a piacimento la sua identità sessuale in modo fluido.

Italian English French German Hebrew Japanese Maltese Portuguese Russian Spanish

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.

Abbiamo 290 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
6967602