Home
“Vagliate ogni cosa, trattenete ciò che è buono”
21 novembre 2017 * S. Alberto

L'insegnamento del Papa

Vaticano In questa sezione raccogliamo i discorsi pronunciati all'Angelus e in altre occasioni da Papa Francesco.
Se vuoi leggere l'ultimo inserimento clicca qui.
Se desideri riceverlo regolarmente vai qui.

Qui, i numeri arretrati e altro ancora.

Dottrina Sociale

3435031-francia-parigi-notre-dame-quot-nostra-signora-quot-e-la-piu-famosa-cattedrale-gotica-la-costruzione-La Chiesa non ha mai rinunciato a dire la "parola che le spetta" sulle questioni riguardanti la vita sociale.
Qui
trovi le encicliche sociali e altri documenti.

- Riforma protestante
- S.Messa e musulmani

Il Libro consigliato

come altalena su alte vetteCome Altalena su Alte Vette
di Aurora Avellino
Il cammino di un’anima con i dolori, le gioie, le paure, le speranze vissute e assaporate in modo che possano divenire fedeli compagne di cammino.
Leggi tutto
confessione“Oh, come sarebbe stato felice se avesse potuto sentirsi colpevole! Avrebbe allora sopportato tutto, anche la vergogna, anche il disonore. Ma, sottoposta a un esame severissimo la propria coscienza, non aveva scoperto nel suo passato nessuna colpa specialmente orrenda, all’infuori del suo fiasco, cosa che poteva accadere a chiunque” (Fëdor Dostoevskij – “Delitto e castigo”).
Dicono i preti, in buon numero per farne un campione statistico di rilievo, che chi va a confessarsi non sa che dire. O meglio, c’è la suocera che parla male della nuora e viceversa, c’è quello che se la prende col Papa o con il mondo, quello che si mette a contare le messe perse in un periodo di tempo più o meno ampio.

fatimaSolo grazie a Maria la fede cristiana può calarsi totalmente nella storia. Come dimostrano le apparizioni in Portogallo e, oggi, le preghiere dei polacchi
«Una volta che pregavo per la Polonia, udii queste parole: “Amo la Polonia in modo particolare e, se ubbidirà al Mio volere, l’innalzerò in potenza e santità. Da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia ultima venuta”». Così scriveva santa Faustina Kowalska sul suo Diario della Divina Misericordia. Era il 1938. Nessuno può sapere se l’iniziativa partita dai laici polacchi e prontamente appoggiata dalla locale Conferenza episcopale (parliamo del milione di fedeli che sabato 7 ottobre hanno recitato il Rosario lungo il confine: una catena umana lunga 3.500 chilometri) sia proprio quella “scintilla” di cui parla suor Faustina Kowalska. È molto probabile, però, che la commovente impresa del popolo polacco servirà a chiudere definitivamente i conti con una certa teologia mariana, quella «che negli ultimi Cinquanta anni ha subìto un’amarissima epoca glaciale», per usare l’espressione del noto teologo tedesco George Söll.

climate change«Chiedete agli scienziati!» ha detto papa Francesco in aereo, di ritorno da Bogotà, a proposito dei cambiamenti climatici. «E vedrete che vi diranno che il riscaldamento del pianeta è colpa dell’uomo. Ma l’uomo è stupido».
Per cui il sottoscritto, che sa di non sapere e di essere molto ma molto stupido, ha chiesto.
Ed ecco i risultati.
Scienziato A. Il riscaldamento del pianeta non è colpa dell’uomo. È una faccenda di cicli. Per un tot di secoli la terra ha la tendenza a raffreddarsi, poi per un tot di altri secoli mostra la tendenza opposta, e via così, con andamento a pendolo. La prova? Ci sono state epoche di surriscaldamento anche molto prima della rivoluzione industriale. Quindi niente catastrofismi.
Scienziato B. Il riscaldamento del pianeta è colpa dell’uomo. Le temperature non sono mai state così elevate come da quando ci siamo messi a introdurre nell’atmosfera terrestre quantità crescenti di gas serra. Il problema nasce nel corso del ventesimo secolo ed è sempre più grave, perché sempre maggiori sono le emissioni nocive.

E’ ovviamente troppo presto per capire fino a che punto l’incontro di ieri (sorriso trump ape) con Papa Francesco abbia smosso il presidente americano Trump dal livello prettamente politico di questo suo viaggio nel Levante e in Europa. Tale è stata infatti in modo inequivocabile la natura del suo appello di Riad a una comune mobilitazione di musulmani, cristiani ed ebrei contro il terrorismo islamista volutamente ignaro delle responsabilità specifiche dell’Arabia Saudita al riguardo, nonché dei problemi non affrontando i quali l’Islam ufficiale lascia la porta aperta a queste degenerazioni. Qualcosa in più si è visto invece nel vertice di Betlemme con il presidente dell’Autorità Palestinese quando nel suo discorso, auspicando la pace tra Israele e Palestina, Trump ha invocato in proposito l’aiuto di Dio. Un cenno del genere è meno sorprendente sulla bocca di un presidente Usa che su quella di un politico europeo; si è trattato però di un richiamo forte e non formale.

Italian English French German Hebrew Japanese Maltese Portuguese Russian Spanish

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletters inserendo nome ed e-mail. I tuoi dati sono utilizzati solo per ricevere settimanalmente la nostra newsletters. In qualunque momento puoi cancellarti dal nostro database automaticamente mettendo lo stesso nome e la stessa e-mail inserita al momento dell'iscrizione.

Abbiamo 711 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
4476713